Perdersi tra i vicoli del Ricetto di Candelo e dintorni

A Torino piove incessantemente da tutto il giorno e la mia mente vaga e ripensa all’ultima gita fuori porta del 2 giugno, al Ricetto di Candelo, che si trova in Piemonte a pochi minuti di auto da Biella e a circa un’ora di strada da Torino.

Prima di arrivare a Candelo, dato che eravamo di passaggio, ci siamo fermati a gironzolare tra le colline e i vigneti di Piverone che si affacciano sul lago di Viverone, sempre in provincia di Biella.

sentieri piverone
Sentieri di Piverone

Dopo aver fatto due passi era già ora di pranzo e siamo andati a mangiare in un agriturismo della zona, Cascina Gaio, in cui abbiamo assaggiato i prodotti del territorio e un ottimo vino bianco tipico del canavese che è l’Erbaluce DOCG.

In questo posto circondato dalle vigne e dai frutteti, abbiamo mangiato in maniera genuina avendo avuto la fortuna di assaggiare dei prodotti biologici a chilometro zero della medesima azienda agricola.

Dopo pranzo abbiamo fatto un giro nella zona circostante dove ci sono diversi sentieri e si intravede il lago, per poi risalire in macchina e raggiungere il Ricetto di Candelo, che si trova a circa mezz’ora di distanza da Piverone.

Cosa vedere al Ricetto di Candelo

Innanzitutto prima di consigliarvi cosa vedere, vi starete chiedendo cos’è un ricetto!

Ricetto vuol dire rifugio, e più nello specifico con questo termine si intende una fortezza medievale in cui si riunivano gli abitanti del villaggio in caso di pericolo.

Questa costruzione fortificata è tipica del Piemonte ed è uno spettacolo unico poter girare fuori e dentro le mura di questo luogo magico del biellese.

Appena parcheggiata la macchina a Candelo abbiamo iniziato la nostra visita con un giro fuori dalle mura, lasciando come ultima meta la fortezza.

ricetto di candelo
sentieri fuori dalle mura del Ricetto di Candelo

Non pensavamo che attorno al borgo ci fossero così tanti sentieri e abbiamo deciso di osservare la rocca medievale percorrendone il perimetro esterno.

Le passeggiate che si possono fare sono innumerevoli e conducono anche alla Riserva Naturale delle Baragge, che è considerata la savana del biellese per i suoi panorami caratteristici e unici.

Noi dopo aver percorso qualche chilometro, abbiamo deciso di entrare nel ricetto e siamo rimasti colpiti dalla tranquillità del luogo, pur avendolo visitato il 2 giugno, dunque durante una giornata di festa!

candelo

Qui si respira storia in tutti i vicoli ciottolati, arte, per via degli atelier che si trovano all’interno del paese, e genuinità per le botteghe alimentari che vendono i prodotti del territorio.

Il posto è silenzioso ma non mancano i ristoranti molto curati ed eleganti che potrete trovare all’interno del borgo antico.

Insomma, perdersi tra i vicoli del Ricetto di Candelo è un’esperienza da fare una volta nella vita sia per chi abita in Piemonte che per chi arriva da altre regioni.

Gli eventi imperdibili

Potrete visitarlo in tutte le stagioni, in quanto il paesino è vivace in primavera ed estate ma anche in inverno ha il suo perché, dato che ogni anno viene organizzato un mercatino di natale molto suggestivo.

Sempre in inverno, a gennaio, il paese si prepara per la festa di Sant’Antonio in cui sfilano per le stradine numerosi cavalli, carrozze e mezzi agricoli.

In primavera, invece, il borgo si colora riempendosi di fiori in ogni vicolo per la manifestazione di Candelo in fiore.

Insomma, questo luogo fa parte del circuito dei borghi più belli d’Italia e visitandolo vi posso garantire che è un posto imperdibile.

vicoli di candelo
Scorci del borgo

Durante l’anno inoltre vengono organizzate nel paese diverse degustazione di vini, salumi e formaggi. Tra gli eventi enogastronomici e gli atelier degli artisti, vi sembrerà di sognare ad occhi aperti, in qualunque periodo dell’anno voi decidiate di andare.

Io tornerò sicuramente a Candelo per godermi questo posto unico nel suo genere in tutte le stagioni e per conoscere le tradizioni del borgo, attraverso le sue feste di paese.

Nel frattempo torniamo a casa con questi souvenir mangerecci, presi in una bottega del ricetto.

Vi consiglio soprattutto i biscotti di riso che sono la fine del mondo!

prodotti del territorio piemontese

Voi siete mai stati a Candelo o nei dintorni?

Ditemi cosa avete apprezzato di più di questo luogo nei commenti!

Share this: