Un giorno a Orta San Giulio

Il viaggio è un’esperienza. Noi vediamo la bellezza dei luoghi tramite la nostra percezione, riscopriamo noi stessi, abbiamo intuizioni che ci cambieranno l’esistenza, proprio mentre viaggiamo.

Si può viaggiare e sognare anche a due passi da casa, se hai la fortuna di vivere in Italia o in posti altrettanto belli.

Con la primavera e l’avvicinarsi dell’estate iniziamo ad aver voglia di fare gite fuori porta, di esplorare i territori in prossimità delle nostre case, che ci concedano per qualche ora di staccare dalla solita routine e di mettere in pausa i pensieri.

Cosa vedere in un giorno a Orta San Giulio

Tra qualche giorno sarà di nuovo possibile visitare i borghi che si trovano nella nostra regione e allora io vi consiglio di fermarvi a Orta San Giulio, che si trova in Piemonte, in provincia di Novara sul lago d’Orta, ed è stata inserita tra i Borghi più belli d’Italia conquistando anche la Bandiera Arancione, per le sue bellezze storiche e naturalistiche.

Piazza Motta – Orta San Giulio

L’anno scorso proprio in questo periodo dell’anno sono andata a visitare con il mio compagno questo paesino che si specchia nell’acqua e mi è sembrato di trovarmi in un salotto all’aperto che ti accoglie con i suoi palazzi storici con vista e le sue leggende misteriose.

Non appena arrivati, ci troviamo davanti ad una piazza molto ampia, piazza Motta, che si affaccia sul lago, piena di tavolini all’aperto in cui poter mangiare o riposare bevendo un caffè prima di proseguire con l’itinerario della giornata.

Proprio da questa piazza partono diverse imbarcazioni per raggiungere l’Isola di San Giulio, che noi ci siamo limitati ad osservare dalla “terraferma”, evitando di sentirci eccessivamente turisti! La chiamano l’isola del silenzio e della meditazione e noi abbiamo deciso di rispettare la quiete del luogo, non disturbandola con la nostra presenza.

Abbiamo preferito dunque addentrarci nel sentiero che costeggia il lago per arrivare al centro del paese, per goderci una passeggiata nella natura.

Percorrendo questo sentiero, dopo aver parcheggiato la macchina al di fuori del borgo, vi sembrerà di camminare sull’acqua. Infatti la stradina è tutta in pietra e non ci sono delle passerelle “turistiche” a delimitare il sentiero, il che rende la passeggiata ancora più suggestiva.

Sentiero Orta San Giulio

Il panorama è davvero incantevole e l’atmosfera rilassante. Vi consiglio di incamminarvi al mattino presto, per non incontrare altri visitatori, e per godervi la tranquillità e la pace del posto, possibilmente non in periodi di alta stagione.

Nel tragitto per arrivare nel centro storico di Orta San Giulio troverete diverse aree dove potervi fermare per una sosta all’ombra, mangiare il vostro pranzo al sacco, o scattare qualche foto. Se vorrete e se la stagione lo permette ci sono dei punti in cui è possibile fare un bagno nel lago!

Dopo questa breve passeggiata, arriverete nel paesino, dove potrete perdervi tra le stradine a ciottoli e salire fino alla chiesa di Santa Maria Assunta partendo da Piazza Motta.

Chiesa di Santa Maria Assunta, Orta San Giulio
Chiesa di Santa Maria Assunta

Continuando a girare per le vie del paese troverete ad un certo punto una terrazza che si affaccia sul lago e un giardino ben curato, in cui è presente il municipio, che si trova nelle stanze di Villa Bossi, e la scultura ” il quadro perfetto”.

Non esiste per un’artista posto migliore di una terrazza sul lago per rendere omaggio ad un paesaggio come quello di Orta San Giulio, romantico e poetico, attraverso una scultura che rappresenta un pittore davanti ad una tela vuota, da cui si può ammirare il panorama.

Un po’ di leggenda…

Intorno all’isola di San Giulio si sono sviluppate credenze antiche; si narra, infatti, che dal IV secolo d.C San Giulio, dopo esser fuggito dalla Grecia per evitare le persecuzioni, costruì moltissime chiese cristiane e si spinse fino all’isola di San Giulio, che si pensava fosse infestata dai draghi e dai serpenti. Non riuscendo a trovare una barca per raggiungere l’isola, stese il proprio mantello sull’acqua e giunse a destinazione, scacciando draghi e serpenti con la sua presenza.

Leggenda oppure no, noi siamo contenti di aver visitato questo borgo pieno di botteghe e vicoli che timidamente si affacciano sul lago, facendo scorgere le bellezze naturalistiche di tutto il lago d’Orta.

Per saperne di più:

Share this: